NEWS 

Previsioni: cosa imparare e temere dal petrolio in negativo


Dopo aver chiuso in negativo ieri per la prima volta nella storia con i prezzi dei contratti di maggio, i future petroliferi WTI con i prezzi dei contratti di giugno sono in questo momento sull'orlo di un altro crollo, mentre ilBrent, intanto, affonda anche oggi.


Cosa possiamo aspettarci dal mercato petrolifero dopo i crolli storici che stanno creando una nuova fase per il settore sulla scia della pandemia di coronavirus?


L'analista di eToro Adam Vettese osserva che "il coronavirus sta riscrivendo le regole dell'economia globale sotto i nostri occhi". Con una domanda di petrolio praticamente inesistente, questo calo vertiginoso del prezzo del petrolio è quasi interamente dovuto ai timori relativi ai problemi di stoccaggio. "È chiaro che l'OPEC+ dovrà accettare ulteriori tagli per aumentare i prezzi del petrolio", aggiunge questo esperto.


A questo proposito, Link Securities riferisce che "l'Arabia Saudita e altri membri dell'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (OPEC) stanno considerando di ridurre la loro produzione di petrolio il più presto possibile, piuttosto che aspettare il prossimo mese quando l'accordo sul taglio della produzione recentemente raggiunto con la Russia e gli Stati Uniti entrerà in vigore, secondo fonti che hanno familiarità con la questione.


Questi analisti ricordano che "l'accordo multinazionale raggiunto poco più di una settimana fa implica che l'Arabia Saudita ridurrà significativamente la sua produzione dipetrolio greggio, nel tentativo di aumentare i prezzi di questa materia prima.


"Un calo così brusco dei prezzi del petrolio potrebbe causare un rapido rallentamento dell'inflazione globale e alcuni paesi potrebbero addirittura subire una deflazione di conseguenza. È un mal di testa di cui le banche centrali e i governi non hanno bisogno in questo momento, perché cercano di tenere a galla le loro economie durante la crisi", dice Adam Vettese di eToro.


"Come implicazioni di fondo del forte calo del prezzo del petrolio a fronte di un eccesso di offerta in un contesto di forte distruzione della domanda, non dovremmo perdere di vista questioni come le pressioni deflazionistiche (che potrebbero rendere difficile l'azione ultra-espansiva delle banche centrali) e la ridistribuzione della ricchezza (dai paesi produttori a quelli consumatori)", ricordano in Renta 4.


"Dato che la curva dei future petroliferi WTI ha assunto una forma estrema di contango nella parte anteriore, un investimento in ETF comporta attualmente rischi elevati per gli investitori che potrebbero essere tentati di investire passivamente nel petrolio a causa dei prezzi ultra bassi", spiega Michel Salden, responsabile delle materie prime di Vontobel Asset Management.


"Le perdite si verificano quando i grandi seguaci dell'indice devono rinnovare la loro esposizione in contanti alla fine del contratto, in quanto sono esposti a rendimenti negativi. Al contrario, i fondi che offrono un'esposizione al petrolio con date più lunghe offrono una minore volatilità e rendimenti più interessanti", aggiunge Salden.


Esty Dwek, responsabile della Global Macro Strategy di Natixis (PA:CNAT) IM, osserva che "nonostante i tagli alla produzione e un certo ottimismo sui timidi segnali di un inizio di riapertura, l'attuale recessione economica indica che la domanda di petrolio è ancora minima e rimarrà tale per un certo tempo.


A cura di Investing.com

https://it.investing.com/news/commodities-news/previsioni-cosa-imparare-e-temere-dal-petrolio-in-negativo-1940060